Personaggi

Balliol John

di Ornella Mariani
Balliol John
Balliol John

Sovrano di Scozia dal 1292 al 1296, John Balliol nacque verso il 1249 e si spense il 25 novembre del 1314, ma esigui e vaghi sono i dati a lui riferiti: si ignora dove nascesse - Galloway, Piccardìa, Contea di Durham?- e dove trascorrese i primi anni, mentre è certo che fosse figlio di Dervorguilla di Galloway e del Barone John Balliol e che ereditasse dai genitori molti latifondi in Inghilterra e Francia e vari territori dal prozio David di Huntingdon.

Quale discendente di David I per parte materna, a seguito della morte di Margherita di Scozia egli disputò nella Grande Causa la corona a Robert Bruce, Signore di Annandale e, nella elezione del 6 giugno del 1291 a Berwick-upon- Tweed, grazie all’arbitrato di Edoardo I, riportò il necessario consenso e, riconosciuto legittimo pretendente il 17 novembre, cinse la corona a Scone il 30 novembre del 1292 nella giornata di sant’Andrea. Il Sovrano inglese prese da subito a trattarlo come un Vassallo umiliandolo continuamente ed inducendolo a nominare un Consiglio di Dodici che, a Stirling, nel luglio del 1295, sancì un trattato di reciproca assistenza con la Francia: Alleanza di Auld.

La reazione di Edoardo fu scomposta: invasa la Scozia e presa Dunbar, non solo spianò la via alle guerra d’indipendenza nazionale ma, il 27 aprile del 1296, costrinse Balliol all’abdicazione con atto confermato a Brechin il 10 luglio successivo; fece strappare dalla sua sopravveste l’emblema della regione, che da allora si chiamò Toom Tabard, ovvero veste vuota; lo fece deportare nella Torre di Londra.

Balliol lasciò il carcere solo nel luglio del 1299 e fu autorizzato a recarsi in Francia ma, perquisito a Dover, subì la confisca del denaro in suo possesso, della corona e del sigillo del Regno.
La tiara fu offerta a san Tommaso martire e il prigioniero fu affidato in custodia a Bonifacio VIII, a condizione di trattenerlo nello Stato della Chiesa. Liberato nell’estate del 1301, Balliol si ritirò nelle sue proprietà francesi di Hélicourt ove si spense il 25 novembre del 1314.

Per tutta la durata della sua prigionìa, poiché la sua abdicazione era stata subornata, gli Scozzesi avevano continuato a considerarlo legittimo Re: William Wallace e Andrew de Moray sostennero sempre di agire per suo conto ed in nome dei suoi interessi; ma, nel perdurare delle insurrezioni, il titolo s’era fatto sempre più vago finché nel 1302 egli aveva rinunciato del tutto ai suoi diritti.
La Scozia restò senza Re fino all’ascesa di Robert Bruce, nel 1306.

I maggiori eventi bellici delle Guerre d’Indipendenza scozzese

Battaglia di Dunbar, 1296; battaglia di Stirling Bridge, 1297; battaglia di Falkirk, 1298; battaglia di Roslin, 1303; battaglia di Methven e battaglia di Dalry, 1306; battaglia di Glen Trool, battaglia di Loudon Hill e battaglia di Slioch, 1307; battaglia di Inverurie, 1308; battaglia di Bannockburn, 1314; battaglia di Connor, 1315; battaglia di Skaithmuir e battaglia di Skerries, 1316; battaglia di Faughart, 1318; battaglia di Myton, 1319; battaglia di Boroughbridge e battaglia di Old Byland, 1322; battaglia di Stanhope Park, 1327; battaglia di Dupplin Moor, 1332; battaglia di Halidon Hill e battaglia di Dornock, 1333; battaglia di Culblean, 1335; battaglia di Neville’s Cross, 1346.

Bibliografia: